Il nord di Los Angeles avvolto dalle fiamme a causa di un maxi incendio che si è sviluppato nella notte tra giovedì e venerdì e che si sta velocemente propagando a causa dei forti venti che stanno colpendo la California. Per questo motivo, l’evacuazione forzata riguarda 100mila residenti: al momento sono oltre 12mila le case interessate in un’area di quasi 2mila ettari. Diversi edifici sono già stati distrutti, mentre alcune tratte delle principali autostrade californiane sono state chiuse. Secondo le autorità un uomo è morto a causa di un infarto. All’origine del rogo, un camion della spazzatura che ha riversato dei rifiuti in fiamme tra la vegetazione.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nobel per la Pace, premio ad Abiy Ahmed è un messaggio ai regimi africani. Eritrea in primis

next
Articolo Successivo

Los Angeles, maxi-rogo “Saddlebridge” divora il nord della città: evacuate 100mila persone

next