I cadaveri di due conviventi sono stati trovati dai Carabinieri in un villetta monofamiliare in via Passariello, una traversa laterale della strada principale di Castello di Cisterna (Napoli). Si tratta di un uomo e di una donna, entrambi di 56 anni, incensurati. L’uomo era titolare di una ditta di materiali edili. Sono state avviate le indagini per far luce su quanto accaduto e per cercare di ricostruire le ultime ore della coppia. L’ipotesi più accreditata degli investigatori, in attesa dei riscontri medico-legali, è quella di un omicidio-suicidio. La scoperta dei cadaveri è stata fatta dai carabinieri verso le 16.00, in seguito ad una telefonata del fratello dell’uomo, che non aveva notizie del familiare da alcuni giorni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Firenze, fratelli belgi di 20 e 26 anni trovati morti in una stanza di hotel: erano in vacanza con il padre e la sua compagna

prev
Articolo Successivo

Poliziotti uccisi a Trieste, la madre del fermato: “Non so come chiedere perdono”

next