I cadaveri di due conviventi sono stati trovati dai Carabinieri in un villetta monofamiliare in via Passariello, una traversa laterale della strada principale di Castello di Cisterna (Napoli). Si tratta di un uomo e di una donna, entrambi di 56 anni, incensurati. L’uomo era titolare di una ditta di materiali edili. Sono state avviate le indagini per far luce su quanto accaduto e per cercare di ricostruire le ultime ore della coppia. L’ipotesi più accreditata degli investigatori, in attesa dei riscontri medico-legali, è quella di un omicidio-suicidio. La scoperta dei cadaveri è stata fatta dai carabinieri verso le 16.00, in seguito ad una telefonata del fratello dell’uomo, che non aveva notizie del familiare da alcuni giorni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Firenze, fratelli belgi di 20 e 26 anni trovati morti in una stanza di hotel: erano in vacanza con il padre e la sua compagna

next
Articolo Successivo

Poliziotti uccisi a Trieste, la madre del fermato: “Non so come chiedere perdono”

next