Una bambina di 7 anni è morta per malaria all’Ospedale Infantile di Alessandria. La piccola, che abitava a Carbonara Scrivia nel Tortonese, è stata ricoverata nel pomeriggio di venerdì 27 settembre, già in gravi condizioni. Una volta diagnosticata la malattia è stata subito trasferita nel reparto di Terapia Intensiva Pediatrica, ma le cure sono state vane. La bimba ha contratto la malattia durante un viaggio in Africa, Paese nativo della madre, come ha dichiarato l’azienda ospedaliera. Secondo le prime indiscrezioni, il padre della bimba, italiano, ha presentato denuncia contro l’ospedale per chiedere di accertare eventuali mancanze da parte dei sanitari.

“La bambina – specifica l’ospedale nella nota la nota dell’ospedale – è arrivata all’Infantile nel primo pomeriggio del 27 settembre in condizioni molto gravi: è stata effettuata in modo tempestivo la diagnosi di malaria ed è stata trasferita in terapia intensiva pediatrica per una terapia mirata. Nonostante l’alta professionalità delle cure e l’immediatezza degli interventi, la bimba è deceduta in serata”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lucca, paziente dell’ospedale trova un preservativo nel piatto con le mele cotte. La Asl: “Sabotaggio”. Indagano i carabinieri

next
Articolo Successivo

Migranti, 180 sbarcati a Lampedusa in poche ore. Sindaco Martello: “Nessuna emergenza, accordi col ministro Lamorgese funzionano”

next