“Io rispetto le opinioni di tutti, è nel mio dna, ma vorrei rimarcare che in passato tenevamo le persone in mare e poi la redistribuzione si faceva sulle telefonate nel week end mie e del ministro Moavero. Non è sostenibile dire che adesso non è stato fatto un passo in avanti”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, a margine dell’Assemblea Onu, replicando ai giudizi di Matteo Salvini sull’intesa di Malta

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Conte: “Salvini critica l’accordo? Non si può negare passo avanti”. E torna a chiedere chiarimenti su rapporti Russia-Lega

next
Articolo Successivo

Clima, Conte: “Dobbiamo inserire la tutela dell’ambiente e della biodiversità nella nostra Costituzione”

next