“Se sono qui è perché il tempo sta per scadere”. Il Wwf ha diffuso un video di animazione ideato da Paolo Marcellini (che ne ha curato anche la regia) e doppiato da Luca Ward, in cui il panda, da sempre animale simbolo dell’organizzazione che si occupa della difesa delle specie in pericolo, fa un discorso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Nel video l’animale sferza i delegati dei paesi dell’Assemblea: “Appena 50 anni fa la mia specie era praticamente estinta. Grazie al lavoro del Wwwf ed ai suoi sostenitori oggi siamo salvi. Ora, però, moltissime altre specie sulla terra sono in pericolo. Ed è vostra la responsabilità”

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il monito di Greta Thunberg all’Onu: “Siamo uniti e inarrestabili”. L’attivista accolta da un’ovazione

next
Articolo Successivo

Biodegradabile, compostabile, carbon neutral: cosa significano le parole della sostenibilità ambientale

next