Un 27enne di Benevento è morto dopo 5 giorni di agonia dovuti alle gravi ustioni riscontrate mentre preparava un limoncello. Il giovane era a casa sua, nel rione Libertà della città campana, quando, intorno all’ora di pranzo del 17 agosto, è stato avvolto dalle fiamme divampate quando l’alcool che gli serviva per preparare il liquore è entrato in contatto con i fornelli. Il rogo nel quale si è trovato gli ha provocato ustioni sull’80% del corpo. Il 27enne è stato portato prima all’ospedale Rummo di Benevento ed è stato poi trasferito al centro grandi ustionati di Bari. È rimasto nella struttura in gravissime condizioni e, nonostante le cure, è deceduto la mattina del 22 agosto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lampedusa, turista scivola arrampicandosi su un costone vicino all’isola dei conigli. Il sindaco: “Nessuna emergenza”

prev
Articolo Successivo

Trentino, moria di pecore nei pascoli in alta quota: 180 animali trovati senza vita a Borzago

next