È stata fotografata seduta da sola all’esterno di un fast food mentre, vestita con una felpa celeste e struccata, mangia hamburger e patatine patatine fritte. Così è stata scoperta a Los Angeles Ghislaine Maxwell, considerata la complice di Jeffrey Epstein, il miliardario che si è suicidato in cella il 10 agosto dopo l’accusa di traffico di minori e abusi sessuali. Insieme avrebbero gestito sia un traffico di minori che un giro di sfruttamento della prostituzione.

Gli scatti della 57enne, sono stati pubblicati in esclusiva dal New York Post. Sul tavolo anche un libro inchiesta sulla Cia: “The Book of Honor: The Secret Lives and Deaths of Cia Operatives”. Sorpresa dal fotografo, Ghislaine avrebbe commentato: “Bene immagino che questa sia l’ultima volta che mangerò qui”.

La donna era sparita da mesi da Manhattan e si pensava fosse tornata a Londra. Secondo il Daily Mail, invece, la 57enne era nascosta in Massachussets, nella casa del suo nuovo fidanzato, un manager dell’hi-tech che però aveva smentito la notizia.

La 57enne, figlia minore del magnate dell’editoria Robert Maxwell, era dal 2016 “migliore amica” di Epstein. Protagonista dei salotti newyorkesi, era conoscente di Trump, dei Clinton e del principe Andrea. Laureata a Oxford, era stata fotografata con l’ex sindaco di New York, Michael Bloomberg e con Elon Musk. Tre sono state le ragazze che l’hanno accusata di aver fatto da tramite con Epstein per gli abusi, offrendo loro un lavoro come assistente personale per poi trasformarle in schiave sessuali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Germania, Olaf Scholz si candida alla guida della Spd: il ministro delle Finanze di Merkel osteggiato dall’ala sinistra del partito

next
Articolo Successivo

Hong Kong, via all’11° weekend di proteste. Pechino: “Non escluso uso della forza, ma non sarà come Tienanmen”. Monta il caso Disney

next