È morta dopo un volo di dieci metri dalla finestra di una casa in pieno centro a Milano. La vittima è una donna di 54 anni originaria delle Filippine che lavorava come domestica ed è caduta dal quarto piano di un palazzo vicino al Tribunale. Dalla prima ricostruzione pare che la donna, in piedi su una scala per pulire i vetri dell’abitazione dove lavorava, assunta regolarmente, abbia perso l’equilibrio e sia scivolata per poi precipitare. Sul posto sono arrivati polizia e personale del 118, che ha potuto solo constatarne la morte.

Sull’incidente domestico il pm di turno Roberta Amadeo ha aperto in’inchiesta e ha indagato per omicidio colposo il datore di lavoro della colf, che viveva nella casa con una famiglia ora in vacanza in Grecia. L’iscrizione nel registro degli indagati è un atto dovuto in vista dell’autopsia che si terrà nei prossimi giorni e che servirà per chiarire la dinamica dell’incidente e per escludere eventuali malori. Uno dei dubbi è che non calzasse scarpe adeguate.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Venezia, archistar Calatrava condannato a risarcire 78mila euro per gli extra-costi del quarto ponte sul Canal Grande

prev
Articolo Successivo

Ocean Viking, Viminale: “Hanno chiesto porto alla Libia che ha detto sì”. Le ong: “Non è sicuro, non faremo sbarcare là i migranti”

next