Da Primavalle, una delle periferie più pericolose di Roma, fino a Los Angeles, dove arriva senza permesso di soggiorno per inseguire il suo sogno: la danza. Se il palcoscenico non c’è preferisce rimanere a casa: “Senza sto scomodo”. E’ stato il primo ballerino di Madonna, ha lavorato con Michael Jackson e Withney Houston, e per dieci anni è stato il coreografo di X-factor Italia. È Luca Tommassini il terzo protagonista, dopo Morgan e Marcello Fonte, di “Cani Sciolti” (da oggi su www.iloft.it e app Loft), la serie in cui il regista Mimmo Calopresti e il giornalista Alessandro Ferrucci danno voce agli artisti più dirompenti, a personaggi ai quali mettere un freno è impossibile. Tommassini racconta la sua vita tra aneddoti privati e professionali. Quella del coreografo è stata un’infanzia difficile: “Vengo dal basso, forse anche da sotto zero. Sono stato vittima di bullismo perché volevo danzare, mio padre è stato molto violento e ha abbandonato me e mia madre quando avevo 11 anni”. Poi il viaggio oltreoceano, negli Stati Uniti, ma anche qui non mancano le difficoltà: “Sono andato a studiare per la prima volta a 17 anni, poi ho deciso di rimanere lì e ho dormito per strada, sotto le macchine, ero clandestino perché non avevo il permesso per lavorare, ma è stata una bella esperienza”. Il successo però non tarda ad arrivare e Tommassini diventa ballerino dei più grandi artisti internazionali. Da Madonna, con il quale stringe un intimo rapporto d’amicizia, passando per Michael Jackson e Whitney Houston, cantante con la quale ammette di aver vissuto il periodo più “folle” della sua vita: “E’ stato il primo tour mondiale per me, l’anno in cui mi sono dimenticato di essere atleta. Ho frequentato feste, discoteche e le droghe meno invasive”. Poi il ritorno in Italia e il grande successo di X-factor, che in dieci anni è cresciuto sotto il suo “marchio” facendo scuola in tutto il mondo: “Quando Simon Cowell, l’inventore del format, mi chiama a Londra per farmi i complimenti, si inginocchia e mi dice: ‘Tu sei X-factor’, lì è stato impressionante”.

“Cani sciolti” è realizzato da Loft Produzioni ed è disponibile in abbonamento su app e sito di Loft.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Balle Spaziali, Marco Travaglio smonta 4 fake news: “E’ vero che Lotti dopo lo scandalo Csm si è autosospeso dal Pd?”

next
Articolo Successivo

Balle Spaziali, Marco Travaglio smonta due fake news: è vero che le Olimpiadi 2026 saranno un evento a costo quasi nullo?

next