Hanno abolito la plastica monouso e cercano di incentivare la buone pratiche. Dallo scorso mese di aprile, il porto turistico di Marina di Pisa è diventato il primo porto plastic free d’Italia, ed è stato inserito in uno specifico elenco del ministero dell’Ambiente. Alle imbarcazioni in entrata e in uscita viene fornito un eco-kit che comprende borraccia e stoviglie riutilizzabili, invece il bar e ristorante ha optato per soluzioni come le posate di bambù, i piatti di carta e la plastica compostabile.

Un’iniziativa a tutela del mare, che si inserisce all’interno della campagna #StopSingleUsePlastic lanciata dalla Onlus Marevivo. Ogni anno finiscono nei mari 13 milioni di tonnellate di plastica che equivalgono a sedici buste colme di spazzatura per ogni metro delle nostre coste. Il 49 per cento della spazzatura in mare è composto dalla plastica monouso, se continuiamo così nel 2050 potrebbe esserci più plastica che pesci, in mare. A partire da quest’estate anche le novecento spiagge del litorale toscano elimineranno la plastica monouso. Anche i pescatori locali collaborano da mesi alla raccolta della plastica in mare, durante la pesca, come auspica il disegno di legge Salva Mare

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trivelle, la multinazionale Petroceltic rinuncia a tre permessi nell’Adriatico

next
Articolo Successivo

Terra dei fuochi, il Report Sentieri conferma ciò che sapevamo già. Ma qui a parlarne siamo ancora pochi

next