Torna la festa di Radio Popolare. Paolo Fresu, Lo Stato Sociale, The André, Omar Pedrini, Laioung, Clementino e i Bluebeaters sono solo alcuni degli artisti presenti al festival che si svolgerà il 7, 8 e 9 giugno nel parco dell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini, in Via Ippocrate 47 a Milano. Tre giorni di eventi, incontri, laboratori e dibattiti con ospiti nazionali e internazionali. E poi, spettacoli di tutti i generi, dallo show di Lercio.it a Gianmaria Testa raccontato da Giuseppe Cederna. Si parte alle 18 di venerdì.

Ad aprire il ciclo dei dibattiti, questa sera alle 20, saranno il segretario generale della Cgil Maurizio Landini e il sindaco di Milano Beppe Sala. Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti sarà l’ospite principale di sabato. Domenica invece sarà il turno delle figlie di Pino Pinelli, Claudia e Silvia, che ricorderanno Piazza Fontana 50 anni dopo la strage. Nell’area della festa, allestita nel verde, oltre a spazi per bambini, ci saranno stand di street food e birre artigianali.

L’ingresso per ogni giorno costa 5 euro e darà diritto a seguire tutti gli eventi in programma. I biglietti possono essere acquistati online per la singola giornata al costo di 5 euro più 1 euro di diritti di prevendita o l’abbonamento per i tre giorni a 10 euro più 1,5 euro di diritti di prevendita (abbonamento acquistabile anche venerdì alla festa). Non pagano il biglietto i bambini ed i ragazzi fino a 14 anni e le persone con disabilità (compreso il loro accompagnatore).

Il programma completo a questo link.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fake news, come combattere le teorie del complotto? Per esempio, non gettando benzina sul fuoco

prev
Articolo Successivo

Radio Maria, polemiche sui social per la vignetta sulle “donne moderne”: senza figli e con gatti

next