A Torino, i giovani della comunità musulmana hanno lanciato il primo ramadan “green” d’Italia. Nelle moschee Taiba e Rayan, durante tutto il mese di Ramadan, la cena di rottura del digiuno verrà servita con piatti e bicchieri biodegradabili e non di plastica: “Ogni anno venivano utilizzati 46mila bicchieri di plastica monouso – racconta Halima Rakiki, Giovani PSM – così abbiamo chiesto alla nostra comunità di provare a cambiare questa abitudine e di iniziare ad utilizzare stoviglie biodegradibili”.

Un cambiamento che ha comportato un raddoppio dei costi, ma che è stato accolto con “grande entusiasmo” come racconta Brahim Baya, associazione Islamica delle Alpi: “L’ambiente vale infatti molto di più di questi soldi che abbiamo speso per eliminare la plastica che è uno delle fonti maggiori di inquinamento a livello mondiale”. L’iniziativa dei giovani musulmani torinesi non si limita solo a questo aspetto. In questi giorni è partita una raccolta fondi per la piantumazione di nuovi alberi nel Parco Dora, il luogo dove da diversi anni si celebra la preghiera comunitaria di fine Ramadan e del Sacrificio: “Vogliamo contribuire a rendere bella e sempre più verde la nostra comunità”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini obbligatori, figli non in regola con il morbillo: genitori multati nel Riminese

next
Articolo Successivo

Cosenza, detenuto evade dal carcere. Dopo la caccia all’uomo, l’arresto grazie alla segnalazione di un cittadino

next