Non solo navigator: ora anche i big del digitale fanno da intermediari e mettono a disposizione spazi di formazione per l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, ovviamente in chiave startup, in Italia: Facebook ha lanciato in questi giorni Start2work, un progetto che prevede già 120 posti di lavoro in  startup definite “ad alto impatto sociale” – dalla sostenibilità ambientale alla sharing economy –  e che punta a raggiungere quota 150 offerte nel giro di poche settimane.

Facebook lancia Start2work: 120 posti di lavoro nel digital con contratti fino a 40mila euro annui. Ecco come funziona

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, tra i beneficiari anche un ex brigatista rosso condannato per la strage di via Fani

next
Articolo Successivo

Napoli, operai licenziati da Fca salgono su campanile per protesta: “Per noi nemmeno il reddito di cittadinanza”

next