E’ il senatore di Forza Italia, Adriano Galliani, il più ricco del Parlamento. L’ex ad del Milan dichiara al fisco nel 2018 10 milioni 698mila 939 euro. Lo segue un altro esponente azzurro, il deputato Antonio Angelucci in base alla dichiarazione dei redditi 2018, relativa al periodo d’imposta 2017. Il suo reddito imponibile ammonta a 6 milioni e 230mila euro. Il più ricco del Governo giallo-verde è il ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno con 2.833.488 euro. I dati sono disponibili online insieme alle dichiarazioni degli altri membri eletti del Parlamento e delle cariche di governo. Il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli dichiara 212.000 euro. Agli Esteri Enzo Moavero Milanesi  sta a poco meno di 170.000,  Alfonso Bonafede alla Giustizia che ne denuncia 159mila. La ‘classifica’ vede poi il ministro della Salute Giulia Grillo con 125.000 euro e spiccioli. Ecco quanto guadagnano. 

Quanto dichiarano i politici: Berlusconi torna re, Bongiorno più ricca del governo. Conte: 370mila euro e una Jaguar

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Auto blu e grigie, “il governo ne prende 8200 spendendo 170 milioni”. Di Maio: “Se è vero blocchiamo tutto”

prev
Articolo Successivo

Taglio parlamentari, la riforma al secondo passaggio in Aula. Il Pd si oppone (ancora). Fraccaro: “Presto sarà realtà”

next