Gmail, il servizio di posta elettronica di Google, festeggia 15 anni e fa due interessanti regali agli utenti. Il primo è una funzione che serve per pianificare giorno e orario d’invio di una mail, l’altro è l’auto completamento, che era già disponibile nella versione web, ora arriva anche sull’app.

Ci sono molti casi in cui è interessante poter pianificare l’invio di un messaggio, per esempio quando si risponde a una mail nottetempo. Con l’aggiornamento in fase di distribuzione è molto semplice: basta procedere normalmente con l’editing testuale del messaggio, quindi pianificarne l’invio con una comoda interfaccia. Funziona solo nell’interfaccia web, e quando la modifica sarà attiva il tradizionale pulsante “invia” che compare nell’angolo in basso a sinistra delle mail avrà un menu a discesa in cui selezionare l’invio programmato in alternativa a quello immediato.

L’altra novità si chiama “Smart Compose” e riguarda l’app per smartphone e tablet. E’ basata su machine learning, ossia sull’apprendimento automatico, e “imparando” dalle abitudini di scrittura dell’utente consente di redigere le mail più velocemente. Sulla pagina ufficiale di Google si legge infatti che “ad esempio, se preferisci salutare i colleghi con un amichevole, ‘Ehi team’, [questa funzione] può aiutarti a rimanere fedele alla tua abitudine”. La nuova funzione “può anche suggerire l’oggetto in base al corpo del messaggio che hai scritto”.

Secondo una relazione della società di ricerche di mercato IDC, entro il 2020 i lavoratori in mobilità rappresenteranno circa i tre quarti (72,3%) della forza lavoro degli Stati Uniti. La funzione è già stata implementata sui dispositivi Android, è in arrivo su quelli iOS. Le lingue supportate sono spagnolo, francese, italiano e Portoghese.

Una terza novità riguarda infine Google Documenti: non c’è più bisogno di passare alla piattaforma per rispondere a thread di commenti, pianificare una riunione o compilare un questionario. È sufficiente rimanere in Gmail. Google infatti sta facendo in modo che “le informazioni contenute in un’e-mail siano aggiornate, quindi il contenuto sia sempre preciso”, in ogni momento in cui lo si guarda.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Posizionamento delle auto con una precisione di 25 centimetri grazie a Galileo e ad algoritmi avanzati

prev
Articolo Successivo

Game of Thrones, The Walking Dead e Arrow sono le serie TV piratate con più virus informatici

next