Sono indagati per abuso d’ufficio in relazione alla delibera di giunta con cui venne è stato concesso l’ampliamento del terreno dell’Associazione culturale islamica di Umbertide. Lo stesso terreno sul quale sono poi partiti i lavori per la costruzione della moschea. L’allora sindaco del Pd ed ex deputato, Giampiero Giulietti, è stato iscritto nel registro degli indagati insieme a quattro ex assessori della sua giunta dal sostituto procuratore di Perugia, Gemma Miliani. A riportare la notizia è il Corriere dell’Umbria. Giulietti è stato sindaco di Umbertide dal 2004 al 2013 e da allora deputato fino al 2018. Nei giorni scorsi, scrive il quotidiano, è stata sequestrata “‘tutta la documentazione attinente la fase di gara e l’aggiudicazione dei lotti’ che ha permesso all’associazione culturale di acquisire ulteriori terreni dell’ex serra comunale”. L’inchiesta è partita da un esposto del consigliere regionale della Lega Valerio Mancini.

(immagine di repertorio)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Berlusconi indagato per corruzione in atti giudiziari nell’inchiesta a Roma sulle sentenze pilotate del Consiglio di Stato

next
Articolo Successivo

Stefano Cucchi, il pm: “I carabinieri avevano una relazione segreta sui primi risultati dell’autopsia”

next