Nel corso di una conferenza stampa al Senato, Matteo Salvini ha di fatto escluso il ritiro del contestato disegno di legge Pillon, su separazione e affido condiviso. “Si può migliorare, è un buon punto di partenza, ma bisogna mettere mano al diritto di famiglia”, ha rivendicato il ministro dell’Interno, rispondendo a una domanda sul possibile ritiro ddl Pillon. “Il disegno di legge è emendabile  – ha proseguito il ministro dell’Interno – ma serve la parità di diritti delle ex mogli ed ex mariti, ma soprattutto dei figli”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Tav, Salvini: “Se ne riparla lunedì, niente vertici. Cambiato idea su crisi? Niente di certo, siamo tutti nelle mani di Dio”

next