Era un’indagine su omofobia, razzismo e bullismo ed era stata elaborata, su commissione della Regione Umbria, da un gruppo di docenti del dipartimento Scienze sociali dell’Università di Perugia. Ma il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, su spinta del senatore leghista Simone Pillon e delle associazioni cattoliche, ha bloccato il questionario, che è stato definito “gender”. La questione è approdata alla Camera, dove il sottosegretario Salvatore Giuliano ha risposto alle interrogazioni di Partito democratico e Lega. Successivamente è intervenuta, a difesa della ricerca, Monica Cirinnà, secondo la quale “la diffusione d’odio, fatta anche a livello istituzionale, sta portando il Paese a considerare la diversità una vergogna”. Alla fine ha preso la parola anche Pillon: “Questi sono esperimenti fatti sui nostri figli, è vomitevole”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tav, Coppa (Ascom Torino): “Voce economica resta vigile. Conte ha promesso di venire in Valle: mantenga la parola”

next
Articolo Successivo

Toninelli arriva in Aula e si siede col M5s. La Russa lo sfotte: “Non tra i banchi del governo? Si sta preparando…”

next