Alla Camera è iniziata la discussione generale sulla proposta di legge che riguarda il voto di scambio politico-mafioso. I deputati di Forza Italia sono intervenuti per dire, sostanzialmente, che è impossibile capire se una persona, incontrata in campagna elettorale, sia un mafioso “perché non ce l’ha scritto in faccia”. E Carlo Fatuzzo, leader del Partito Pensionati, ha tratto le conclusioni. Con una riforma così (cioè di modifica dell’articolo 416 ter del codice penale) “il rischio è quello di fare il Parlamento dentro una galera“. Erasmo Palazzotto, di Liberi e Uguali, ha richiamato i colleghi: “Questa è un provvedimento delicato. Qui non si sta parlando di chi stringe la mano a chi: o siete in malafede o non sapete di cosa state parlando”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legittima difesa, la Camera approva. Ovazione Lega e cartelli di Forza Italia, M5s in silenzio. E il Pd lo applaude sarcastico

next
Articolo Successivo

Legittima difesa, Dall’Osso (FI) agli ex colleghi del M5s: “In Forza Italia sono libero, fate come me: uscite dall’Aula”

next