Alcune migliaia di persone hanno partecipato a Taranto alla fiaccolata organizzata dall’associazione dei “Genitori tarantini” in memoria dei bambini morti di cancro e di tutte le vittime di malattie che si ritengono connesse all’inquinamento. Il sindaco ha proclamato un lutto cittadino simbolico e diversi esercizi commerciali hanno abbassato le saracinesche al passaggio del corteo silenzioso, partito dall’ingresso principale dell’Arsenale. Presenti anche Carla Luccarelli e Angelo Di Ponzio, i genitori di Giorgio il ragazzo di 15 anni, morto un mese fa per una rara forma di sarcoma. Insieme a loro i genitori di tanti altri bambini scomparsi negli ultimi anni. Gli organizzatori avevano chiesto che non ci fossero striscioni o insegne di partiti e così è stato. Al corteo silenzioso solo tante croci bianche e i cartelli con le foto dei piccoli e la scritta ”io dovevo vivere”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini, medico: “Cerco bimbo con parotite per esperimento”. Poi ritratta: “Ricerca sospesa”

next
Articolo Successivo

Trenord, M5s chiede di visitare l’impianto manutentivo dopo denuncia sindacato. Azienda dice no: “Non avete prerogative”

next