Mentre sono in corso le votazione on-line sulla piattaforma ‘Rousseau‘ degli attivisti M5s se decidere di dar seguito oppure no alla richiesta del Tribunale dei ministri di Catania, alla richiesta di poter processare il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per il ‘caso Diciotti‘, il senatore pentastellato e presidente della Commissione Bilancio di Palazzo Madama, Daniele Pesco, ai microfoni de ilfattoquotidiano.it afferma: “Io avrei deciso attraverso una decisione presa dal gruppo parlamentare e non attraverso la consultazione degli attivisti”, condividendo le dichiarazioni del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio (della Lega, ndr) Giancarlo Giorgetti mentre per il deputato Sergio Battelli, presidente della Commissione Politiche dell’Unione europea: “Abbiamo chiesto agli attivisti, per questa decisione nuova e difficile per il M5s, veniamoci incontro e cerchiamo di capire come uscire da questa situazione. Non ci stiamo facendo scudo dietro gli attivisti per derogare a un valore del Movimento, anzi il processo decisionale attraverso Rousseau aumenterà sempre di più e mi sembra un bel momento di democrazia per decidere tutti insieme”.

Per il deputato 5stelle “non sono state sminuite le accuse nei confronti del ministro Salvini e gli attivisti decideranno in completa autonomia” e Pesco aggiunge: “gli attivisti hanno ben chiaro il fine di questa votazione pur non essendo il quesito spiegato in maniera completa, certo – aggiunge – è chiaro cosa chiedono i giudici e a questo risponderanno i cittadini”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Diciotti, De Luca: “M5s? Ancora una volta i dirigenti hanno fatto una figura da niente. Ennesima prova di incoerenza”

prev
Articolo Successivo

Si finge fan di Salvini per chiedergli un selfie, ma poi lo sfotte: “Più accoglienza e più…”. E il video del ragazzo sardo diventa virale

next