Flessione del mercato dell’auto e risultati occupazionali dopo il decreto Dignità. Durante il Question time alla Camera, il ministro del Lavoro e allo Sviluppo economico, Luigi Di Maio, ha dovuto affrontare questi due temi, sollevati rispettivamente da Guglielmo Epifani (LeU) e Sara Moretto (Pd), con quest’ultima protagonista di uno scambio di battute col vicepresidente del Consiglio sulle vicende di Pernigotti e Blutec di Termini Imerese. “Lo so, dopo le elezioni in Abruzzo vi brucia” ha detto Moretto, interrotta dai deputati dal M5s, “so che lunedì il ministro non si trovava“. Critico anche Maurizio Martina, che ha invitato Di Maio a “uscire dalla bolla che vi siete creati ed entrare nella realtà”. “I sindaci dell’area della Blutec li incontrerò a breve” ha replicato il vicepresidente del Consiglio, che ha aggiunto: “Non strumentalizzate le tragedie, come quella della Pernigotti, per attaccare il governo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Diciotti, Fattori (M5S): “Salvini non ha agito per interesse nazionale. Da governo ammissione di colpa”

prev
Articolo Successivo

Abruzzo, Fraccaro: “Dobbiamo comunicare meglio agli italiani, poi capiranno”. Fattori: “Non abbandoniamo gli attivisti”

next