“A quello che dice il Presidente Conte non crediamo più. C’è chi parla di boom economico, chi dice che il 2019 sarà un anno bellissimo, di fatto siamo entrati in recessione. Dopo 16 semestri positivi, questo è il primo trimestre dove entriamo formalmente in recessione. Le grandi scelte, ad esempio la Tav e le infrastrutture, sono ancora ferme perché stanno litigando. Quindi finché continueranno a litigare il Paese continuerà a scendere, continuerà a essere in difficoltà in tutto il contesto europeo”. Così Debora Serracchiani, deputata Pd, parlando dei dati Istat sulla recessione italiana e il commento del Premier Conte ‘Il 2019 sarà bellissimo’.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Consob, Morra (M5s): “Il candidato del governo del cambiamento è Minenna”

prev
Articolo Successivo

Tav, Esposito (Pd): “Salvini? Bene la sua visita a cantiere. Di Maio? Un comico, vive ormai in una realtà parallela”

next