La crisi della Carige è dovuta alla”gestione scellerata non solo per l’incompetenza dei manager ma anche per le commistioni della politica”. Lo afferma Luigi Di Maio intervenendo alla Camera, e fa i nomi: Alessandro Scajola, fratello dell’ex ministro, Luca Bonsignore, figlio di un ex eurodeputato, Giovanni Marongi, sottosegretario di Prodi e Alberto Repetto, parlamentare dell’Ulivo. Più tardi l’ufficio comunicazione del vicepremier ha rettificato quest’ultimo nome: l’ex vicepresidente di Carige si chiama Alessandro Repetto. “Nei periodi in cui si sono create le maggiori sofferenze – ha detto Di Maio – giocavano a fare i banchieri. Lo si capisce dalle operazioni temerarie”. “Per lungo periodo – ha proseguito il vice premier – Carige ha assunto rischi molto alti su numerose operazioni discutibili. Perdite su crediti per diversi miliardi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Recessione, il governo non può consolarsi incolpando i propri predecessori

next
Articolo Successivo

Tav, Salvini: “Prima si fa meglio è. Analisi costi-benefici? Non l’ho letta, ma M5s ha ragione: opera sovrastimata”

next