“C’è un grande accordo di potere, innanzitutto. Sono sempre contrario a confondere la giustizia con la politica, sono sempre garantista, ma credo che sbaglia chi in questo momento chiede l’impunità solo perché è potente”. Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio e candidato alle primarie del Partito democratico, commenta così la presa di posizione di Matteo Salvini sul caso Diciotti e la sua richiesta che il Senato voti no all’autorizzazione a procedere nei suoi confronti. “Non ci si difende dai processi, ma ci si difende nei processi“, ammonisce Zingaretti a margine di un incontro con la stampa a Bruxelles. “Non è un bel segnale se una persona, solo perché potente, ricatta il paese per sfuggire a un confronto e a un accertamento che ci deve essere. Poi magari è innocente, ma questo lo deciderà il percorso giudiziario”, conclude il governatore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sea Watch, Lucano: “Esponenti Pd sulla nave? È paradossale, sono gli stessi che hanno approvato legge Minniti-Orlando”

next
Articolo Successivo

Diciotti, Salvini: “Mi aspetto il voto del M5s? No, dell’intero Senato. Apprezzo le parole di Conte ma non le ho chieste io”

next