carabinieri di Legnano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Milano nei confronti di 5 italiani – tra i 30 ed i 50 anni, pregiudicati – ritenuti responsabili, a vario titolo, di incendio doloso, furto aggravato e simulazione di reato.

Le indagini, coordinate dalla procura della Repubblica di Milano, erano state avviate dopo un furto seguito da un incendio doloso, avvenuto nella notte dell’8 ottobre 2017, ad Arluno, all’interno del centro commerciale “Ara Luna”, dove due persone dopo aver sfondato una porta a vetri, si erano introdotte all’interno della pasticceria “Vivian’s”. I due avevano rubato l’incasso e utilizzando del liquido infiammabile, avevano dato fuoco al locale.

La successiva attivazione dell’impianto “antincendio” provocava l’allagamento dell’intero centro commerciale con ingenti danni anche ad altri negozi. Le investigazioni hanno consentito di identificare i 7 responsabili dell’azione delittuosa. Due persone sono state deferite per “simulazione di reato” poiché, per depistare le indagini, avevano falsamente denunciato il furto dell’autovettura utilizzata per raggiungere il centro commerciale.