Al termine dell’incontro che si è svolto al ministero dello Sviluppo economico tra il Ministro Luigi Di Maio e gli assessori regionali al Lavoro, il vicepremier e leader del M5s si mostra fiducioso: “Rispetteremo i tempi per l’erogazione del reddito di cittadinanza”, mentre i vari assessori regionali esprimono tutte le loro perplessità. Anzitutto sulla figura dei ‘navigator‘ “non sappiamo nulla di chi saranno, cosa faranno, quali dovranno essere le loro competenze e dove andranno a lavorare” dicono all’unisono i responsabili del lavoro e politiche sociali delle varie regioni italiane: “Abbiamo chiesto che ci sia un accordo in Stato-Regioni prima di poter assumere”.
Le rassicurazioni di Di Maio offrono uno spiraglio: “C’e’ stata la disponibilità da parte del ministro – ha aggiunto – ad usare queste settimane che servono per la conversione del decreto per mettere a punto quanto più aspetti critici possiamo”. A questi incontri, “seguira’ un documento congiunto che faremo anche con il ministro”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, assessori a Di Maio: “Pronti a collaborare, ma serve chiarezza altrimenti sarà caos”

prev
Articolo Successivo

Congresso Cgil, governo assente: Camusso attacca. Mattarella: “Il lavoro è priorità, sindacato protagonista della crescita”

next