Due navi in fiamme nelle acque dello Stretto di Kerch, che separa la Crimea dalla Russia. Su una delle due navi, in particolare, si sarebbe verificata un’esplosione che avrebbe provocato l’incendio. Le fiamme, quindi, si sarebbero propagate alla seconda nave. I due equipaggi sarebbero formati rispettivamente da 17 e 14 uomini, compresi cittadini turchi e indiani.  L’Agenzia russa per il Trasporto marittimo e navale ha confermato la morte di dieci persone nell’incendio. All’appello mancano ancora sette marinai, mentre 14 sono stati tratti in salvo e i feriti saranno ricoverati in ospedale a Kerch. Lo riporta la Tass

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

‘Moneta coloniale’, ambasciatrice italiana convocata dalla Francia dopo le frasi di Di Maio. Moscovici: “Provocazioni”

prev
Articolo Successivo

Tensione Italia-Francia, Moscovici: “Dal governo italiano affermazioni inutili, assurde e ostili”

next