“Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, riferisca al Parlamento sui contatti tra lui stesso ed esponenti della famiglia Malacalza“. A chiederlo, il deputato di Forza Italia, Giorgio Mulé. “Si tratta di circostanze che gettano una luce veramente oscura sulla genesi del decreto su Carige: non si capisce perché Conte intervenga in prima persona su azionisti di riferimento di una banca privata in vista di quello che, come ha detto in un’intervista il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, non è un salvataggio ma una nazionalizzazione”, ha detto Mulé.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carige, Di Maio: “Nazionalizzazione unica strada. Si pubblichi lista debitori. Capo della commissione d’inchiesta? Paragone”

prev
Articolo Successivo

Bologna, sit-in con giubbotti di salvataggio per la Sea Watch. Bergonzoni: “Felici per lo sbarco, ma la prossima volta?”

next