“Non cambio e non cambierò mai idea: un cedimento significherebbe riaprire le porte al traffico di esseri umani. Chi vuole salvare vite deve bloccare gli scafisti e le ong che con la loro presenza aiutano lo sporco lavoro degli scafisti”. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini in diretta Facebook. Dunque nessuno “arriverà mai con il consenso mio e della Lega. E se qualcuno, anche all’interno del governo, accetterà di cedere alle imposizioni di scafisti, trafficanti e Ong, non farà un buon servizio a quelle persone”. Salvini ha anche messo in guardia gli alleati sulla possibilità di non votare il reddito di cittadinanza se non dovesse comprendere fondi per i disabili per poi tornare a battere il chiodo dei migranti: “Sono stufo di cedere ai ricatti e minacce di trafficanti e pseudo associazioni di volontariato che fanno politica usando donne e bambini per attaccare questo o quel governo. Lo dico anche ai miei amici di governo, ognuno si prenda la responsabilità delle sue scelte, ogni ministro si occupi delle sue competenze altrimenti… puntini, puntini, puntini”.