“Io mi occupo di quello che accadrà da oggi in avanti, chi ha sbagliato in passato e ha pagato, spero che non lo rifaccia”. Non si scusa, né si pente Matteo Salvini dopo la foto con l’ultra che ha patteggiato una condanna per spaccio di droga. Eppure solo due giorni fa dal palco della scuola di formazione della Lega, il ministro dell’Interno sosteneva che ‘chi vende droga deve marcire in galera“.  “Pentito per le foto? Tanti errori faccio e tanti altri ne farò” si limita a dire Salvini. Il sottosegretario del Ministero dell’Interno, il penta stellato Carlo Sibilia invece è meno indulgente sul caso: “Io avrei evitato quelle foto. Salvini deve stare attento con chi fa le foto”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Global compact rifugiati, Onu approva e Italia vota a favore. Camera dovrà esprimersi su quello sulla Migrazione

next
Articolo Successivo

Reggio Emilia, l’ironico video appello del consigliere Pd per il collega leghista Vinci: “Preoccupati, trovatelo”

next