Sabato mattina alcune decine di militanti di Forza Nuova sono scesi in strada a Bologna per manifestare dopo l’esplosione di un ordigno davanti alla sede del quartiere Borgo Panigale, avvenuta nella notte tra il 9 e il 10 dicembre scorso. E proprio lì davanti si è concluso il corteo, che ha sfilato tra i residenti molti dei quali ignari sia dell’attentato sia dell’esistenza della sede del movimento di estrema destra. Tra i manifestanti anche Selene Ticchi, attivista sospesa dal movimento per avere indossato a Predappio una maglia con la scritta “Auschwitzland. “È stata allontanata, non ha più cariche nel movimento, non ci sentiamo di dire a nessuno di non venire in corteo” ha commentato il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore.