Apple e Google, come da tradizione, hanno pubblicato l’annuale classifica delle migliori app disponibili rispettivamente nell’App Store e in Google Play. Un’occasione per soddisfare la curiosità, ma soprattutto per scovare qualcosa che magari non si conosce, e scaricarlo con la certezza di non cadere vittime di problemi di sicurezza o truffe.

Google fa un importante riconoscimento all’istruzione e alla cultura premiando come Best App of 2018 “Drops: impara 31 nuove lingue“, che promette di insegnare le lingue “eliminando la noia dall’apprendimento”. Da usare per un massimo di 5 minuti ogni giorno, questa app insegna i vocaboli “in gocce”, mediante immagini e giochi. Il ritmo di apprendimento promette di essere elevato, e considerato che la votazione media incassata dagli utenti è di 4,7 stelle su 5 viene voglia di provarla.

Non stupisce che il videogioco più premiato sia Player Unknown’s BattleGrounds (PUBG) in versione mobile, anche se sono onnipresenti titoli come Fortnite ed Heartstone, giochi che richiamano decine di milioni di giocatori in tutto il mondo, e generano di conseguenza fatturati da sogno per le rispettive case editrici. L’attualità invece ha determinato il primo posto nella classifica dei libri: in Italia è venduto con il titolo Fuoco e furia: Dentro la Casa Bianca di Trump, scritto da Michael Wolff. Se questa lettura vi dovesse innervosire, cercate poi la calma affidandovi al vincitore della classifica degli audiolibri, che volendo si trova anche in edizione cartacea: 12 regole per la vita. Un antidoto al caos di Jordan B. Peterson.

Movimentata, invece, la classifica dei film, dove i primi tre posti sono dominati dai supereroi, con Black Panther, Avengers: Infinity War e Thor: Ragnarok. Con la medaglia di legno di torna alla tradizione con il piacevole sempre vedere Jumanji. Per vedere tutte le classifiche complete di Google collegatevi a questa pagina.

In casa Apple le classifiche sono organizzate in maniera differente quindi è difficile fare confronti, se non nell’area gaming dove le più scaricate coincidono grossomodo. Apple ha coronato un’app per ciascuna delle sue piattaforme, quindi le vincitrici sono quattro: Procreate Pocket per iPhone, Froggipedia per iPad, Pixelmator Pro per Mac e Sweat: Kayla Itsines Fitnes per Apple TV. Se vi piace sfogare la fantasia consigliamo di provare l’app per iPhone, che offre strumenti interessanti per disegnare. Se invece volete provare uno strumento interattivo molto interessante date un’occhiata a Froggipedia, un’app di AR coinvolgente che aiuta a esplorare e scoprire il ciclo di vita di una rana.

Apple ha poi stilato una classifica con le migliori app per la salute: se lo stress quotidiano vi innervosisce, provate l’app di meditazione 10% più felice che si basa sul Mindfulness. Se vi sentite un po’ giù provate con un’app motivazionale come Fabulous. La lista completa della selezione di Apple si trova a questo indirizzo.

Entrambe le classifiche non sono universalmente condivisibili, ciascun utente hai gusti peculiari propri e fa bene a seguirli. Magari, fra i tanti, vi abbiamo segnalato un contenuto sfizioso: buon divertimento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Resident Evil 2: a 20 anni di distanza si rivivono gli orrori di Raccoon City, ma non chiamatela remastered – la nostra anteprima

next