Un governo Frankenstein e un’opposizione che non si oppone tra l’agonia tragicomica di un Pd ancora in cerca d’autore, un Berlusconi a fasi alterne e gli “intellettuali” che con Renzi stavano zitti e adesso giocano ai ribelli. Con Salvini e Di Maio al potere, tutto quello che valeva fino a pochi mesi fa non conta più. Prima c’erano i gattopardi, ora dichiarati e ora travestiti (malissimo) da innovatori. Adesso ci sono gli scavezzacollo, i populisti, i sovversivi. Da una parte quasi tutta l’informazione, pronta a enfatizzarne ogni errore. Dall’altra un ambizioso “governo del cambiamento” che si sforza di stare unito al punto da smussare le distanze su grandi opere, prescrizione, sicurezza e immigrazione. Il Salvimaio va avanti tra il “sovranismo livido” della Lega e il “giustizialismo moralista” dei 5 Stelle, con Conte a far da collante. Ma quanto può durare? E con quali conseguenze per un Paese sempre più spaccato e alle prese con una manovra economica malvista da Bruxelles?

Il libro di Andrea Scanzi in soli due mesi è già diventato un best seller e uno spettacolo teatrale che registra sold out in ogni data. La Paper First, la collana di libri del Fatto Quotidiano, dal 29 novembre all’8 dicembre dà la possibilità di acquistare l’ebook di Salvimaio a un prezzo speciale di 5,49 euro