Stava lavorando per conto di Rfi quando stato investito e ucciso da un treno che viaggiava tra Brescia e Rovato questa mattina all’alba. L’operaio, 35 anni, lavorava per una ditta esterna. Per accertare le cause dell’incidente è stata avviata un’inchiesta interna. Il traffico ferroviario sulla linea è sospeso e i treni “potranno essere riprogrammati, deviati su percorsi alternativi con allungamenti dei tempi di viaggio e cancellati”. Rfi “esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza ai familiari”. Sono ancora in corso i rilievi e sul posto è presente anche il magistrato di turno per capire la dinamica dell’incidente che ha paralizzato la circolazione ferroviaria. I treni torneranno a viaggiare solo dopo che il magistrato concederà il nullaosta per spostare il mezzo coinvolto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mantova, dà fuoco alla casa con dentro moglie e figlio: morto il bambino di 11 anni

prev
Articolo Successivo

Varese, le 3 ore di sevizie della gang sul 15enne: “Legato con cavi d’acciaio, acqua gelida addosso e botte con mazza ferrata”

next