Stava lavorando per conto di Rfi quando stato investito e ucciso da un treno che viaggiava tra Brescia e Rovato questa mattina all’alba. L’operaio, 35 anni, lavorava per una ditta esterna. Per accertare le cause dell’incidente è stata avviata un’inchiesta interna. Il traffico ferroviario sulla linea è sospeso e i treni “potranno essere riprogrammati, deviati su percorsi alternativi con allungamenti dei tempi di viaggio e cancellati”. Rfi “esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza ai familiari”. Sono ancora in corso i rilievi e sul posto è presente anche il magistrato di turno per capire la dinamica dell’incidente che ha paralizzato la circolazione ferroviaria. I treni torneranno a viaggiare solo dopo che il magistrato concederà il nullaosta per spostare il mezzo coinvolto.