Aveva 110 anni e durante la Seconda guerra mondiale aiutò molti ebrei, in particolare bambini, a salvarsi dalla persecuzione nazista. È morta venerdì nel convento domenicano di Cracovia, in Polonia, dove viveva da 90 anni, la suora più vecchia del mondo, Cecylia Roszak. 

Nata il 25 marzo 1908, a Kielczew, nel Voivodato della Grande Polonia, suor Cecylia entrò in monastero all’età di 21 anni dopo il diploma alla State Trade and Industrial School for Women a Poznan. Durante l’occupazione tedesca della Polonia fondò, insieme ad altre suore, un nuovo convento nei pressi di Vilnius dove ospitò e nascose diversi ebrei fuggiti dal ghetto e dalle persecuzioni naziste. Nel 1943 però i nazisti arrestare le suore e chiusero il convento.

Tornata a Cracovia dopo la fine del conflitto, suor Cecylia nel 1984 fu insignita del titolo di Righteous Among the Nations (Giusto tra le Nazioni) per i suoi sforzi bellici. Il segreto della sua longevità? “Imparare le lingue e pregare”. La sua morte è stata confermata dal portavoce della Conferenza episcopale polacca, padre Pawel Rytel-Andrianik.

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Usa, 13enne uccisa da un proiettile: nel 2016 vinse un premio parlando della violenza delle armi

prev
Articolo Successivo

Silvia Romano, è più complicato di un ‘se l’è cercata’. Soprattutto se detto da dietro una scrivania

next