“Si è perso tempo per inserire la questione Ischia nella legge? Sono cose che non mi riguardano”. A dirlo, il sindaco di Genova e commissario straordinario Marco Bucci dopo l’approvazione del decreto che prevede la ricostruzione di un viadotto dopo il crollo del Ponte Morandi. “I genovesi – ha aggiunto – vogliono un nuovo ponte entro Natale 2019”.

Per la demolizione, Bucci indica il 15 dicembre come data di inizio, a partire dalla parte Ovest rimasta in piedi del viadotto, mentre ad aprile inizieranno i lavori.
Per i proprietari delle case che verranno abbattute per permettere l’inizio dei lavori, il sindaco sottolinea che nel decreto è già fissato il budget a disposizione dl Comune per acquistare gli stabili: “In generale questa è una buona giornata per Genova, ci sono 900 milioni e sono fiducioso che dalla Finanziaria arriveranno gli altri 300 che abbiamo richiesto, per un totale di un miliardo e duecento milioni di euro, esattamente la cifra che avevamo richiesto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Asi, verso la nomina Benvenuti e Cinque: è l’avvocato voluto dall’ex presidente Saggese al Cira prima di essere arrestato

next
Articolo Successivo

Decreto Sicurezza, parere del Csm: “Su migranti e richiedenti asilo norme costituzionali non rispettate”

next