“Si è perso tempo per inserire la questione Ischia nella legge? Sono cose che non mi riguardano”. A dirlo, il sindaco di Genova e commissario straordinario Marco Bucci dopo l’approvazione del decreto che prevede la ricostruzione di un viadotto dopo il crollo del Ponte Morandi. “I genovesi – ha aggiunto – vogliono un nuovo ponte entro Natale 2019”.

Per la demolizione, Bucci indica il 15 dicembre come data di inizio, a partire dalla parte Ovest rimasta in piedi del viadotto, mentre ad aprile inizieranno i lavori.
Per i proprietari delle case che verranno abbattute per permettere l’inizio dei lavori, il sindaco sottolinea che nel decreto è già fissato il budget a disposizione dl Comune per acquistare gli stabili: “In generale questa è una buona giornata per Genova, ci sono 900 milioni e sono fiducioso che dalla Finanziaria arriveranno gli altri 300 che abbiamo richiesto, per un totale di un miliardo e duecento milioni di euro, esattamente la cifra che avevamo richiesto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Asi, verso la nomina Benvenuti e Cinque: è l’avvocato voluto dall’ex presidente Saggese al Cira prima di essere arrestato

next
Articolo Successivo

Decreto Sicurezza, parere del Csm: “Su migranti e richiedenti asilo norme costituzionali non rispettate”

next