Lo spinello libero in Michigan, il diritto di razzolare per le galline in California e – incredibilmente – l’abolizione ufficiale della schiavitù in carcere in Colorado. Gli americani martedì non hanno votato solo per le elezioni di midterm: in alcuni Stati hanno preso parte anche ad alcuni referendum su diversi temi sociali, con maggiore o minore impatto sulla vita quotidiana.

In Florida, per esempio, gli elettori hanno approvato un emendamento che ripristina automaticamente il diritto di voto per i pregiudicati che hanno scontato la loro pena. Si tratta di una misura storica che può ampliare il diritto di voto a un milione e 400mila persone. A San Francisco, invece, è arrivato il via libera alla cosiddetta “Proposition C” con la quale viene imposta la tassa sulle grandi aziende per combattere l’emergenza senzatetto. Per l’esattezza si prevede un’imposta dello 0,5 per cento per le società che hanno ricavi lordi superiori ai 50 milioni di dollari all’anno. Secondo le stime, con la misura saranno raccolti 300 milioni di dollari l’anno per combattere la crisi dei senzatetto. L’iniziativa aveva spaccato la Silicon Valley con Marc Benioff, l’amministratore delegato di Saleforce.com, che l’ha sostenuta a spada tratta scontrandosi anche Jack Dorsey, il numero uno di Twitter.

Gli elettori della California invece concedono più diritti agli animali: la Proposition 12 elimina completamente le gabbie per la produzione entro il 2022, concedendo alle galline il diritto di razzolare. Le nuove norme impongono nel frattempo agli agricoltori l’obbligo di concedere più spazio alle galline da uova, pena il divieto di vendere i propri prodotti. Stesse regole previste per altri animali da allevamento, dai suini da riproduzione ai vitelli.

Avevano a che fare con la marijuana i referendum in Michigan e in Missouri: nel primo caso si tratta del primo Stato del Midwest a legalizzarla ad uso ricreativo, mentre il Missouri è il 31esimo a legalizzarla per uso medico.

E infine in Colorado la schiavitù è stata ufficialmente abolita martedì, anno di grazia 2018. Gli elettori hanno approvato un emendamento con il quale viene rivista la Costituzione e abolito lo sfruttamento forzato in carcere senza salario. La schiavitù era già illegale nello Stato, ma non se usata come punizione.