Un muro di contenimento in tufo, alto circa tre metri e lungo 5, ha ceduto domenica sera al Pincio, nel pieno centro di Roma. A quanto riferito da fonti della Polizia locale, il muro si trova su viale Trinità dei Monti in direzione Pincio subito dopo Villa Medici. Il muro di tufo che ha ceduto è alto due metri ed è caduto per circa 5 metri di lunghezza. Da una prima ricostruzione, sembra che a causare il crollo siano state le infiltrazioni di acqua.

Il Campidoglio ha fatto sapere in una nota che sul posto sono intervenuti “i tecnici della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, insieme all’Unità dissesto idrogeologico del Dipartimento Lavori pubblici”. “I tecnici hanno effettuato i necessari controlli per valutare le prime misure di sicurezza e le opere di protezione da adottare. Il muro è in cortina di mattoni ed è stato realizzato tra il 1813 e il 1820 su progetto di Giuseppe Valadier nell’ambito della realizzazione della passeggiata del Pincio”, conclude il comunicato.

Il 31 agosto un altro crollo si era verificato ai Fori Imperiali, dove si era staccato un pezzo della parete adiacente al Foro, vicino al gabbiotto di via Monte Tarpeo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, rapina un supermercato nel quartiere Aurelio ma perde la pistola e fugge. Arrestato dalla polizia

next
Articolo Successivo

Maltempo, su Casteldaccia aperta inchiesta per disastro e omicidio colposo. L’allerta arancione prosegue per 5 Regioni

next