“Non rivedremo i termini della manovra, perché la stima di crescita è esatta. Non ci sono troppe spese, ci sono tanti tagli alle cose inutili”. Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti fuori dal Mise. “Credo che il giudizio dell’Europa sia stato ampiamente anticipato dai commissari nelle loro dichiarazioni – ha aggiunto – ci siederemo al tavolo con loro e spiegheremo che non è una legge che fa troppo deficit. E sui rapporti con Matteo Salvini ha detto: “A giudicare dalla cena di ieri sera c’è un clima cordiale come c’era prima e andremo avanti con più forza. È un momento storico per l’Italia, il governo deve essere una testuggine tutt’uno con i cittadini. Lo stiamo facendo e continueremo a farlo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Dl Sicurezza, De Falco: “Non defletto sui principi. Non ritiro emendamenti”. Ma M5s toglie quelli a ddl Legittima difesa

next