“La pittura mette l’uomo al centro di un caos, che è ancora il mondo di fronte al quale ci troviamo oggi”. Lo storico dell’arte Tomaso Montanari racconta i capolavori del passato. ‘Favole Forme Figure’ è il nuovo format tv targato Loft, in esclusiva per gli abbonati: una serie di dodici puntate (frammenti da 10 minuti), per illuminare un maestro e il suo capolavoro. Le prime quattro, da oggi su www.iloft.it, sono d’autore: Gian Lorenzo Bernini con la scultura Apollo e Dafne, Caravaggio e Le sette opere di Misericordia, Pietro da Cortona e Il Trionfo della Divina Provvidenza, Donatello e il Monumento funebre dell’antipapa Giovanni XXXIII. Un viaggio nel mondo di ‘Favole Forme Figure’ dell’arte italiana. Tomaso Montanari offre una guida in pillole: “Per tenere in vita il legame coi quadri degli antichi maestri, quel rapporto bisogna forzarlo”. Ma senza stress: 10 minuti con Tomaso Montanari possono bastare.

‘Favole Forme Figure’ è realizzato per la piattaforma televisiva Loft ed è disponibile in abbonamento su app e sito di Loft.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Balle Spaziali, Marco Travaglio smonta tre fake news: è vero che Bankitalia è un’autorità di controllo indipendente?

prev
Articolo Successivo

Pd, Matteo Richetti: “Renzi è una storia oltre la quale andare. Ha perso di credibilità”

next