Vendere la propria merce in fretta e fino a esaurimento scorte è il sogno di ogni venditore. Se vendete su eBay, adottare una strategia vincente d’ora in poi sarà più semplice grazie al nuovo consulente di vendita: un computer. L’intelligenza artificiale suggerisce ai venditori qual è il prezzo migliore, il metodo di vendita più efficace (“compra subito” o tramite asta), e l’inserzione più accattivante.

Come fa il computer a dare questi consigli? È semplice: grazie al machine learning, o apprendimento automatico. In estrema sintesi, l’algoritmo di eBay “si nutre” dei dati di cui l’azienda è in possesso relativi alle ricerche fatte dagli utenti. I venditori non possono accedere a questa risorsa se non in maniera limitata, ma d’ora in poi possono beneficiare di suggerimenti precisi in funzione delle informazioni che l’Intelligenza Artificiale ha collezionato. Cioè i venditori potranno sapere quali parole sono più efficaci da usare nel titolo e nella descrizione dell’articolo, in modo da far apparire la propria merce più in alto nella pagina dei risultati delle ricerche.

Machine learning. Crediti: Depositphotos

 

La funzione dell’assistente è disponibile per gestire l’attività di vendita sia da computer che tramite l’app per smartphone. Una novità introdotta per invogliare un maggior numero di venditori a proporsi su eBay, affinché  il sito diventi più competitivo rispetto ad Amazon, primo a livello mondiale. La quantità di prodotti venduti infatti non è l’unico elemento di concorrenza: molti venditori sono presenti su entrambe le piattaforme, altri no, ed è sulla loro preferenza che si gioca la partita.

Margot Olifson, Responsabile del Business C2C di eBay, dice che c’è richiesta di una maggiore “semplicità d’uso e immediatezza, sia nel processo d’acquisto che in quello di vendita” e che i venditori privati adesso possono “utilizzare tutte le potenzialità di eBay per fare affari in maniera intuitiva e rapida“.

La tempistica di annuncio di questa novità è eccellente, considerato che a breve inizierà il periodo natalizio. Anche per i clienti, in maniera indiretta, questa novità può portare dei vantaggi: inserzioni ben fatte e a prezzi più concorrenziali possono portare ad acquisti più consapevoli e convenienti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Google Traduttore, l’app che traduce usando solo la fotocamera dello smartphone. Vi bastano 50 lingue?

prev
Articolo Successivo

Smartphone pieghevoli che diventano tablet già nel 2019: Samsung e Huawei ai nastri di partenza

next