Il sindaco di Riace Mimmo Lucano ha detto che si tratta di reato di umanità? Veramente non ho trovato nel codice questo reato. Non è che quando si commette un reato per motivi di particolare valore morale o sociale il reato non è più tale, sempre reato resta”. Così a La Zanzara (Radio24) risponde a Giuseppe Cruciani il pm di Locri, Luigi D’Alessio, sull’arresto del primo cittadino di Riace, Mimmo Lucano. E spiega: “Le leggi non possono essere eluse perché lo avrebbe fatto per motivi umanitari, il che poi è tutto da vedere. Io accusato di aver seguito il clima del Paese anti-immigrati? Questa inchiesta la conduco da quando c’era il governo precedente. Non accetterei condizionamenti da nessuno e non mi faccio tirare per la giacca. Mimmo Lucano ricorda Marco Pannella per la disobbedienza civile? Non mischierei la lana con la seta. Pannella ebbe alcuni atteggiamenti di disobbedienza civile, qui invece” – continua – “si tratta di un comportamento protratto per molto tempo, durante il quale sono stati commessi vari reati finalizzati a procurare e occultare denaro, somme anche rilevanti. Sono cose completamente diverse. Mimmo Lucano non ha preso un euro? Non è così. La malversazione, peraltro, consiste proprio in questo: io non spendo per i fini per i quali ho ottenuto le somme ma ho distratto quelle somme per altri scopi, le ho occultate, le ho nascoste, le ho portate da un’altra parte. Mimmo Lucano ha distratto milioni di euro, mancata rendicontazione“.
E aggiunge: “Non si può dire, soprattutto se sei un sindaco: ‘Me ne frego della legge e faccio quello che voglio’. Tra l’altro, se lo facciamo passare a Lucano poi lo dovremmo fare con qualunque altro non ci piaccia. Le leggi non possono essere bypassate da chi ci piace. Qualcuno ha definito Riace una sorta di porto franco, un porto libero. Che Riace fosse uno Stato nello Stato o una Repubblica autonoma o qualunque altra cosa, io le etichette le lascio a voi. Noi non possiamo consentire che vengano violate le leggi”.
Il magistrato chiosa: “Saviano dice che andiamo verso un sistema autoritario? Stabilitelo voi, io non sono l’arma bianca di nessuno. Io faccio il magistrato e faccio le indagini. Il sistema Riace in astratto era una bella favola, ma se lo si attua vilando la legge, non va più bene. E l’ha rovinato Lucano, non io. Qualcuno dice che Lucano in carcere e fuori ci sono gli ‘ndranghetisti? E’ una osservazione infelice. Qui a Locri stiamo celebrando un processo a carico di 173 imputati di reati mafiosi

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, vi svelo un segreto: anche al Sud si lavora

next
Articolo Successivo

Reddito di cittadinanza, Bertinotti a Tv2000: “E’ una politica necessaria”. E sul clima politico: “Sono preoccupato”

next