Io e Di Maio ormai siamo una coppia di fatto. Andiamo in giro, ci messaggiamo la mattina e la sera”. E’ la battuta con cui il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ospite di Dimartedì (La7), risponde alla giornalista Maria Latella circa i presunti litigi nella maggioranza di governo Lega-M5s. Il leader della Lega si rende anche protagonista di un siparietto col conduttore, Giovanni Floris, a causa dell’afa in studio. “Qua si suda sempre in maniera incredibile” – commenta Salvini – “Ti mando poi il conto della tintoria”. “Io confido sempre nel fatto che a lei stirano facilmente le camicie”, replica ironicamente Floris, facendo riferimento a una foto che la compagna di Salvini, Elisa Isoardi, pubblicò sul suo profilo Instagram. Il ministro dell’Interno poi smentisce che non gli piace il reddito di cittadinanza voluto dal M5s: “Se ne sta occupando il mio amico Luigi e quindi non voglio disturbare il lavoro altrui. Mi è stata data garanzia che non è un reddito per stare a casa, ma è un riavviamento al lavoro e secondo me è cosa buona e giusta”. Infine, a una domanda del giornalista Aldo Cazzullo sui 49 milioni di euro che la Lega deve restituire allo Stato, Salvini risponde: “Pagheranno i parlamentari per eventuali reati commessi dieci anni fa da chi c’era prima di me. I parlamentari cacceranno fuori ogni mese il ‘cash’. Io sentirmi tradito da Bossi? No. Non ho tempo per arrabbiarmi per eventuali errori commessi da altri”