Un’opera espositiva per una futura attività commerciale, un’ambientazione per un centro di Paintball, oppure un mezzo usato in una serie tv con George Clooney. Sono le teorie finora emerse per spiegare perché sulla riva del Tevere, nella zona nord della Capitale (Castel Giubileo), circa una settimana fa sono stati trovati i resti di un aereo, circondato da montagne di rifiuti vari. A circa 15 metri dal fiume sono spuntati la fusoliera, le ali e il timone di un aereo di oltre 21 metri, un bimotore da trasporto degli anni Quaranta. Intorno all’aereo cumuli di rifiuti vari, come purtroppo ormai i cittadini romani sono abituati a vedere non solo sulle sponde del Tevere.

Dal Campidoglio fanno sapere che la polizia municipale ha ricevuto una segnalazione da un cittadino della zona. “Secondo una prima ricostruzione dei fatti – sottolinea il Comune di Roma – sembrava che questi resti dell’aereo erano stati messi li come opera espositiva per una futura attività commerciale. Una ricostruzione poco credibile visto che l’area è abbandonata ormai da tempo, tant’è che la zona in questione ormai è diventata una sorta di discarica abusiva”, come si evince chiaramente anche dalle foto fatte sul posto.

Il Campidoglio quindi si sente di escludere tale ipotesi e sta facendo ulteriori verifiche sulla vicenda. L’ufficio stampa di Roma Capitale sottolinea che nell’area in questione era presente fino a circa un anno fa un centro di Paintball, guerra simulata, ma ormai l’attività è dismessa da tempo, come conferma anche il gestore di un’azienda adiacente alla zona.

Un mistero che, secondo una fonte che preferisce mantenere l’anonimato, potrebbe svelare una realtà completamente diversa. “I resti dell’aereo – rivela – sono stati scaricati da un camion adibito al trasporto eccezionale di un consorzio che si occupa di pulizie industriali di proprietà di un personaggio che ha avuto in passato problemi con la Guardia di Finanza. L’aereo, risalente alla seconda guerra mondiale, sembrerebbe quello utilizzato da George Clooney per la serie tv che sta girando tra la Sardegna e Roma in questo periodo, Catch-22”. La serie, un adattamento del romanzo di Joseph Heller (Comma 22), racconta le disavventure di un gruppo di aviatori statunitensi appartenenti a uno stormo di bombardieri operante in Italia proprio durante la seconda guerra mondiale.

Ilfattoquotidiano.it ha chiesto spiegazioni anche alla polizia municipale di Roma Capitale che al momento però non può aggiungere ulteriori dettagli. Dalla Regione Lazio invece, responsabile della gestione della zona in questione visto che è un’area golenale, ci hanno comunicato che, al momento, non sono a conoscenza della vicenda. In attesa che le verifiche in corso portino a una conclusione, al momento l’area non è stata posta sotto sequestro. I rifiuti e i resti dell’aereo campeggiano in una zona aperta e accessibile a tutti, a pochi metri dal Tevere che, fortunatamente, in questo periodo non è a rischio esondazioni.