”Vertici istituzionali e investigatori che hanno ordito il depistaggio sulla strage di via D’Amelio hanno fatto male non solo a noi ma all’intero Paese, è stata offesa anche l’onorabilità della magistratura”. L’ha detto Fiammetta Borsellino, uscendo dalla Commissione regionale antimafia. Alla domanda se dopo le sue prese di posizione qualcuno degli interessati si sia fatto sentire, Fiammetta Borsellino ha risposto di no. “All’inizio – ha aggiunto – non avevamo alcun sospetto su quello che stava accadendo. Avevamo contatti con gli inquirenti, ma nessun sospetto. Poi, davanti agli atti, abbiamo capito”