“Restituire senso alla professione di libraio, che oggi è troppo spesso semplificata”. È questo l’obiettivo di Antonio Brizioli, che con il collettivo da lui fondato, chiamato “Emergenze”, ha aperto Edicola 518 due anni fa a Perugia. Un chiosco in pieno centro storico, in via Sant’Ercolano, dall’aspetto di un’edicola tradizionale ma del tutto innovativo e unico nel suo genere. Ponendosi in contrapposizione con le librerie mainstream, Edicola 518 propone oltre 400 titoli di magazine indipendenti da tutto il mondo e libri provenienti unicamente da case editrici indipendenti, selezionati senza intermediari. In un periodo in cui librerie ed edicole sempre più spesso abbassano le saracinesche, Brizioli racconta che “l’editoria di qualità è in controtendenza: la carta stampata più in crisi è quella fondata sulle notizie, anticipata ormai dal web, ma le riviste, per esempio, che erano usa e getta, oggi sono prodotti da collezionare”. Nei suoi due anni di attività, Edicola 518 si è fatta promotrice anche di una serie di incontri culturali sui più svariati temi per recuperare, spiega Brizioli, “il concetto di piazza, non solo come spazio fisico, ma come luogo di condivisione e scambio di idee”.