“L’unico ente che paga per questo evento è la Regione Campania. C’è molta gente che parla ma non caccia neanche un euro. Noi siamo contro la devastazione della Mostra D’Oltremare. Io non accetterò mai che si faccia un campo rom alla Mostra D’Oltremare. Ieri c’è stato un clima positivo ed abbiamo spiegato che per quanto ci riguarda si possono utilizzare le navi da crociera per ospitare migliaia di atleti. Se ne restano altri 2000 da collocare troviamo sicuramente 5000 metri quadrati di area asfaltata per fare questo piccolo villaggio. Se ci sono altre istituzioni che vogliono sostituirsi a noi è semplice: cacciano 170 milioni di euro e si prendono in mano tutto. Se i tempi sono strettissimi, è il ragionamento di Malagò, non è una tragedia spostare di un anno l’evento delle Universiadi e farlo in maniera dignitosa. Vedremo il 13 luglio. I finanziamenti della Regione per gli impianti sportivi resterebbero comunque intatti”. Così Vincenzo De Luca sul collocamento degli atleti durante le Universiadi 2019 a Napoli

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Inps, Di Maio: “Servono più migranti regolari? Da Boeri opinioni personali. Suo mandato scade nel 2019”

prev
Articolo Successivo

Odio i maestrini. La sinistra c’è, esiste ed è viva

next