Un operaio di 43 anni, dipendente di una ditta appaltatrice alla Fincantieri di Sestri Ponente (Genova), è precipitato nel tardo pomeriggio da un’altezza di dieci metri ed è morto sul colpo. Secondo le prime ricostruzioni, stava facendo dei lavori di saldatura su un’impalcatura montata nel bacino di una nave in costruzione. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente.

“Con riferimento all’incidente mortale avvenuto in serata presso il cantiere di Sestri Ponente, Fincantieri partecipa con profondo cordoglio al dolore della famiglia, garantendole sin d’ora il pieno sostegno”. A dichiararlo è l’azienda attraverso un comunicato. “La società sta assicurando alle autorità competenti il massimo impegno per l’accertamento delle cause che hanno provocato l’incidente mortale”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ilva, Fiom: “Assunte oltre 300 persone in fase di crisi”. Passaggio a Mittal verso lo slittamento (ma servono 90 milioni)

prev
Articolo Successivo

Pane duro e acqua a immigrati che lavoravano per tre euro nei campi: due arresti a Trapani per capolarato

next