“La Spagna ha dato disponibilità ad accogliere la nave Aquarius, noi attraverso una nave della Marina militare e una della Guardia costiera l’accompagneremo in pochissimo tempo, credo nei prossimi giorni”. Così il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli,  al termine della riunione a Palazzo Chigi, con i vicepremier Di Maio e Salvini e il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Toninelli ha poi aggiunto: “Non c’è scritto da nessuna parte che il posto dove devono essere sbarcati e messi in sicurezza debba essere un porto, e soprattutto un porto italiano. Può essere considerata, a norma del diritto marittimo internazionale, anche la nave battente bandiera straniera. Di conseguenza, nel caso in cui il diritto internazionale marittimo ce lo dovesse permettere, chiederemo un’assunzione di responsabilità anche a quel Paese la cui bandiera batte all’interno di quelle navi Ong”.